Il panettone è sicuramente il dolce Natalizio per eccellenza in Italia. La tradizione colloca la sua nascita nella città di Milano e le primissime ricette che riportano a questo storico dolce natalizio risalgono addirittura al 1200: il panettone consisteva in una sorta di primo pane arricchito di lievito, miele, uva secca e zucca.

LEGGENDE

Come spesso accade in Italia, esistono molte leggende correlate alla nascita di questo dolce.

Una prima leggenda risale ai tempi di Ludovico il Moro e narra di un tale Ughetto, figlio del condottiero Giacometto degli Atellani, che si innamorò della bella e giovane Adalgisa. Per fare colpo sulla sua amata s’improvvisò pasticcere come il padre di lei, detto Toni, ideando un pane di farina e lievito, ricco di burro, uova, zucchero, cedro e aranci canditi. Il dolce frutto di questo amore divenne un successo senza precedenti anche a corte e la gente venne da ogni contrada per comprare e gustare il “Pan del Ton”.

Una seconda leggenda narra invece che per la vigilia di Natale, alla corte del duca Ludovico, venne deciso di preparare per la prima volta un dolce nuovo e particolare. Purtroppo durante la cottura del dolce, il pane a cupola, contenente acini d’uva, si bruciò, gettando il cuoco nella disperazione. Fra imprecazioni e urla, si levò la voce di uno sguattero, di nome Toni, il quale consigliò di servire lo stesso il dolce, giustificando la parte bruciata come una specialità realizzata volutamente. Quando la particolare ricetta venne assaggiata dagli invitati fu accolta inaspettatamente da fragorosi applausi e si levò anche un coro per lo sguattero che aveva avuto la grande idea: “viva il pan del Toni”.

panettone

LA RICETTA

Oggi il panettone viene riconosciuto in tutt’Italia come il dolce di Natale. La ricetta originale prevede un primo impasto con 50ml di latte (intiepidito in precedenza), 2 g di lievito di birra, un cucchiaino di malto e 80 g di farina da lasciare lievitare a circa 30 gradi: dovrebbe passare circa un’ora. Dopodiché’ unire alla pasta lievitata 200 grammi di farina, il resto del lievito, due uova intere, 60 g di burro e 60 g di zucchero e impastare bene: serviranno circa due ore questa volta per vedere l’impasto lievitare. Una volta lievitato anche il secondo impasto occorrerà aggiungere il resto delle uova, i tuorli e 220 grammi di farina, impastando per un tempo più lungo rispetto a prima. Infine aggiungere il resto dello zucchero e un pizzico di sale. Ultimo passaggio è quello di inserire le arance candite, scorza di limone e l’uvetta. Impastare bene il tutto fino a formare una grossa “palla” e lasciar lievitare per 2-3 ore al caldo. Infine cuocere il tutto in uno stampo in forno: (200°) per 15 minuti, poi abbassare a 190° e cuocere altri 15 minuti. Infine abbassare a 180° e terminare la cottura per altri 30 minuti.

INGREDIENTI

•             250 grammi farina 0
•             250 grammi farina 00
•             12 grammi lievito di birra
•             50 ml latte
•             4 uova
•             3 tuorli d’uovo
•             160 grammi burro
•             160 grammi zucchero
•             1 scorza di limone
•             2 cucchiai scorzette di arancia candite
•             100 grammi uvetta
•             1 cucchiaino di malto
•             1 pizzico sale